Quali rischi si possono correre quando si è infestati dalle zecche.

Le zecche sono un problema che affligge molte persone.
Non è purtroppo raro incontrarle e spesso a entrare in contatto con loro sono gli animali domestici portati al parco.
La zecca appartiene alla sottoclasse degli acari e la sua presenza è molto pericolosa sia per gli animali che per le persone e ad entrambi possono trasmettere diverse malattie.
Esistono due tipi di zecche, quelle dure e quelle molli, ma entrambe possiedono un fattore comune: si nutrono di sangue. Hanno una vita abbastanza lunga e sono capaci di sopravvivere fino ad un anno nell’attesa di incontrare un organismo ospite. Come parassiti, si attaccano alla pelle, solitamente nella zona dietro le orecchie sia per umani che per animali; questi ultimi essendo dotati di pelo folto che spesso non consente di scoprire subito la presenza di zecche vanno comunque controllati in ogni punto.

Cosa fare in caso di infestazione da zecche a Napoli.

In caso di infestazione è necessario mettersi in contatto con una ditta esperta.
Se vi sono più segnalazioni della presenza di zecche in un ambiente, come un parco molto degradato e mal tenuto, bisognerebbe anche mettersi in contatto con l’asl di riferimento.
Le zecche appartengono alle zone affette da problemi di randagismo, che spesso sono quelle limitrofe alla città oppure zone interne ma trascurate. In caso di infestazione la prima mossa è cercare di evitare il passaggio attraverso la zona incriminata. Se si vive in prossimità di un parco che può essere infestato, l’unica soluzione è quella di tenersi lontani. La ditta che si occupa della disinfestazione da zeccheprovvederà a informare su tutti i rischi e sui comportamenti da attuare. Solitamente le ditte fanno uso di polveri che sconfiggono il problema nell’arco di una giornata.

Come prevenire un’infestazione di zecche.

La prima mossa per prevenire un’infestazione da zecche è trattare la casa con prodotti specifici antiacaro. Per quanto riguarda gli animali domestici, i veterinari consigliano sempre a gatti e cani che hanno la possibilità di uscire, di utilizzare prodotti in gocce o pastigliette che siano tossici per questo tipo di parassita. Spesso si tratta di utilizzarli solo per i mesi estivi per quanto riguarda gli animali che possono uscire solo in balcone o in terrazzo.
Se dei bambini giocando in un parco, si allontanano e riescono a raggiungere rapidamente una zona meno curata, l’ideale sarebbe controllarli proprio tra l’attaccatura dell’orecchio e quella dei capelli, dove la pelle è più sottile e la zecca ama attaccarsi. Anche quando si entra in contatto con un randagio o si accarezza incautamente uno di questi animali sarebbe bene controllare subito la presenza di parassiti sul proprio corpo.

Please rate this